Strumenti semplici per funzioni complesse

Nessuno sano di mente chiederebbe ad un fabbro di montare la stessa serratura sulla porta di casa, del garage, del cancello, dell’ufficio, della casa delle vacanze solo perchè così non deve impazzire a scegliere la chiave giusta. E allora perchè online usiamo una sola password per tutti i nostri account?

anche se non ha nulla di digitale, vale la pena leggere il post dove compare questa immagine perchè ci sono delle interessanti analogie con le chiavi della vita digitale http://blog.libero.it/neverdirenever/8885942.html

#comenellavitareale abbiamo pensato di avere tante chiavi diverse raggruppate in un portachiavi (grande e semplice invenzione!) allo stesso modo online possiamo ricorrere ai password manager.

Cosa sono e cosa servono? sono software che memorizzano, generano e/o inseriscono le password che utilizziamo nel momento in cui riconoscono che la nostra navigazione ci ha condotto ad una pagina che richiedono un login.

immagine tratta dal sito https://vpncritic.com/best-password-managers/

Sarebbe un pò #comenellavitareale quando arriviamo davanti ad una porta che dobbiamo aprire, cosa facciamo? tiriamo fuori il nostro portachiavi e scegliamo la chiave giusta. Chi di noi tiene tutte le chiavi sparse in luoghi diversi? nessuno, perchè sarebbe facile dimenticarsela, non averla con noi e rimanere fuori dalla porta.

Esattamente come quando arriviamo davanti ad un sito e non ricordiamo la nostra password per entrare.

Di password manager ce ne sono molti, a questo link

https://www.tomsguide.com/us/best-password-managers,review-3785.html

trovate una rassegna dei migliori.

Ne parleremo, assieme ad altri strumenti e ai comportamenti più idonei per proteggere la nostra vita digitale, al prossimo incontro sulla sicurezza e privacy online.

Se non ti sei ancora iscritto, fallo immediatamente cliccando su questo link.

Ti aspetto!

 

ps: cercando l’immagine che ho messo qui sopra mi sono imbattuto in questo post che trovo abbia delle belle analogie con le chiavi del mondo digitale. Dategli una lettura cliccando su questo link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *