I Moduli di Google nella scuola

Gli insegnanti si dividono in due gruppi: quelli che hanno risposto ad un Modulo di Google e quelli che non sanno di aver già risposto ad un Modulo di Google.

Eh già, perchè ormai i Moduli di Google (da ora in poi “i moduli”, tolgo anche la maiuscola…) possono essere veramente ovunque, dentro e fuori l’aula scolastica, dentro e fuori l’ora di lezione.

Per chi sa come usarlo, Moduli è una delle web app di Google più utili, giusto dopo Gmail, Youtube e Documenti (come? non conosci Documenti?? male!) e non solo per sottoporre domande. Nel video qui sotto ne parlo diffusamente (anche troppo dicono alcuni, e come dargli torto…)

5 modi per usare Moduli di Google

Tante persone, dopo aver visto il video mi hanno chiesto di poter avere i modelli dei file di cui parlo nel video. Ho deciso quindi di …

…renderli disponibili in modo che anche altri possano trarre ispirazione per fare dei moduli, dei quiz o delle lezioni ancora più belle e interessanti.


ISTRUZIONI IMPORTANTI: Per poter usare questi file devi avere un account Google. Cliccando sul link di tuo interesse qui sotto verrai portato al modulo: a questo punto clicca sui tre pallini in alto a destra e poi su “Crea una copia”. Fai molta attenzione a NON modificare il file per non renderlo inutilizzabile ai colleghi che verranno dopo di te.


1- Sondaggi: all’inizio dell’anno scolastico, all’inizio di un argomento nuovo, al termine di un blocco di lezioni, dopo una visita: ci sono mille situazioni in cui può essere interessante raccogliere le opinioni degli studenti o dei colleghi. Ecco qui sotto alcuni esempi:

Sondaggio: questionario pre-incontri di educazione sessuale

Sondaggio: questionario di soddisfazione

2 – Raccolta di informazioni: ormai siamo nella società dei dati, si raccolgono informazioni su ogni cosa. E allora facciamolo bene, e soprattuto in modo rapido ed efficiente.

Raccolta informazioni: Attrezzature digitali

Raccolta informazioni: Contatti email e attrezzature digitali a casa

3 – Lezioni self-paced: ossia moduli che contengono le indicazioni per lo studio autonomo accompagnate da domande di verifica della comprensione dell’argomento. Le indicazioni possono essere riferimenti al libro, link a risorse esterne dove i ragazzi possono trovare materiale utile alla lezione, video da youtube, imamgini. Insomma, un sacco di ingredienti da mischiare con sapienza. E lo studente può studiare e svolgere gli esercizi richiesti quando vuole e impiegandoci il tempo che a lui è necessario, non quello che l’insegnante o i compagni gli impongono.

Lezioni self-paced: i sistemi di difesa

4: domandone finale: hai terminato la spiegazione, fatto un esercizio insieme ai ragazzi o esplicitato i collegamenti chiave, hai chiesto se era tutto chiaro e, come al solito, nessuno ha risposto. Ok, è il momento per il domandone finale, quello che ti fa capire cosa i ragazzi si stanno portando a casa della tua lezione. Assegna il domandone e fai in modo che rispondano prima del suono della campanella e lo saprai all’istante. Sei pronto?

domandone finale: esercizi sulla configurazione elettronica

5 – Verifiche: ok, prima o poi ci si doveva arrivare. Per me non è lo strumento ideale ma sicuramente ha delle buone potenzialità per verificare il livello di conoscenza di un dato argomento. Per rendere la sfida della copiatura più ardua, definito un modello di verifica, si possono creare differente versioni della stessa verifica in cui, molto rapidamente, vengono cambiate informazioni e immagini creado così molteplici e differenti copie della verifica. Con una progettazione accurata si può fare in modo che la maggior parte delle domande sia correggibile in automatico dal sistema, e a noi rimangano solo le domande aperte.

Verifica: Conoscenze informatiche di base

E ora fai la tua parte…

E ora che hai scaricato i moduli che ho messo IO a disposizione (generoso, eh?), che ne dici di mettere a disposizione qualcuno dei moduli che TU hai creato? Scegli il modulo da condividere, ottieni il link per la condivisione cliccando su “Aggiungi collaboratori” e poi cambiando la condivisione con “Chiunque abbia il link”, copia il link e incollalo nei commenti qui sotto.

Te ne saremo tutti grati!

1 commento

  1. https://forms.gle/NkC24D761DPDsGPy6

    https://forms.gle/ETaoZ4Lz7b5Kb6H28

    https://forms.gle/JmQSF5KrS3LASfdE8
    (per quest’ultimo, ho ancora bisogno di capire se nelle risposte aperte c’è la possibiltà di mettere come chiave di risposta delle parole-chiave -prevdere tutte le combinazioni delle risposte aperte è impossibile-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *