Questbase, un super alleato per le verifiche

Grande soddisfazione per questo nuovo webinar! in meno di un’ora sono riuscito a mostrare tutti i principali motivi per usare Questbase e a rispondere anche ad alcune domande. Trovate più in fondo a questoa rticolo le risposte alle domande rimaste in sospeso.

MA andiamo con ordine. Perchè usare Questbase? Io lo uso da anni e apprezzo moltissimo 5 cose:

  1. la varietà di tipi di domande che posso inserire (scelta multipla, risposta multipla, vero/falso, inserimento di parole, testo libero) unito alla possibilità di inserire immagini e link
  2. la possibilità di creare quiz bilanciati ma tutti diversi per ciascuno studente, mischiare le domande, mischiare le risposte, dare pesi diversi alle risposte
  3. la possibilità di formattare il testo in maniera avanzata. Inserire formule chimiche o matematiche non sarà più un problema.
  4. possibilità, non solo di scambiarsi i quiz tra colleghi, ma anche di lavorare insieme sugli stessi quiz.
  5. Infine, la possibilità di far esercitare i ragazzi sulle domande e monitorare il numero di accessi al quiz e i risultati che ottengono.

Se ti sei perso il webinar, eccolo qui!

Avevo poi promesso che avrei risposto alle domande a cui non ero riuscito a rispondere dal vivo e quindi… ecco qui le risposte!

Sono già registrata a Fidenia ma la mia scuola usa un’altra piattaforma per cui come sfruttare i questionari creati dentro Fidenia per inviarli ai miei alunni su weschool? Il questionario può essere pubblicato su classroom mediante un link?

Un questionario di Questbase è associato ad un indirizzo web. Questo vuol dire che è sufficiente far avere il link agli studenti in qualunqe modo per permettergli di svolgerlo. E’ quindi possibile mettere il link su Weschool, su Classroom all’interno di un compito o di una risorsa, spedirlo per email, integrarlo nel sito della scuola, caricandolo sul registro elettronico o addirittura spedendolo via Whatsapp o Telegram (tanto poi verrà aperto un browser per l’esecuzione…).

Lo studente può rispondere alle domande in ordine sparso? (saltandone una e poi tornando indietro)

Certo, all’interno di un blocco di domande (un blocco corrisponde alle domande che compaiono insieme in una pagina del questionario) lo studente può rispondere nell’ordine che vuole. Se prevedo che ci siano più blocchi, posso decidere se dare o meno la possibilità allo studente di tornare al blocco precedente e se mostrargli subito la correzione delle domande prima di passare al blocco successivo. Queste opzioni si trovano nelle opzioni avanzate del questionario.

Perchè Fabrizio insiste sul fatto di creare un database con tante domande?

Se io organizzo le mie domande in cartelle, sarà molto più facile chiedere al sistema di pescare casualmente un numero n di domande da ciascuna cartella e avere così un quiz bilanciato per tipo di domande e per argomento. Il mio consiglio è quello di creare tante cartelle con all’interno ciascuna “poche” domande. Più segmentiamo le domande, più sarà possibile fare un quiz bilanciato.

Quando sottopongo il test ai miei studenti le domande vengono assegnate tutte oppure solo una scelta casuale di quelle che ho creato?

Posso decidere io cosa fare: posso assegnare tutte le domande di un questionario, assegnare domande specifiche oppure far scegliere al sistema a caso un certo numero di domande da cartelle specifiche

Si possono aggiungere delle immagini alle domande/risposte?

Si possono aggiungere delle immagini o dei link solo alle domande. Le risposte aperte prevedono solo testo, non formattabile.

Quanto costa la licenza?

Fai riferimento a questa pagina per visualizzare le informazioni ed i prezzi degli account Premium. Gli insegnanti che si registrano sulla piattaforma Fidenia, potranno avere gratis una licenza standard non limitata a 15 giorni.

Si può stabilire un tempo massimo di svolgimento?

Certo, seleziono il questionario che mi interessa, poi clicco su “Proprietà”, “Opzioni”, “Mostra Opzioni avanzate”.

Oltre ad impostare un tempo massimo di svolgimento si può imporre un tempo di inizio prima del quale il questionario non si apre?

Certo, posso impostare sia la durata dello svolgimento che data e ora dalla quale il questionario è disponibile (e anche quando smetterà di esserlo!).

Come posso esportare i risultati di un test per un’intera classe?

E’ possibile esportare i risultati di una pubblicazione in differenti formati (csv, Excel, Access, ecc.). Personalmente però questo aspetto è stato, a mio giudizio, curato un pò poco. I risultati delle esportazioni, nei casi in cui mi sarebbero serviti e per il tipo di verifiche che ho predisposto, non erano utilizzabili. Ho così sempre preferito esportare i singoli svolgimenti: in questo caso il prodotto esportato è molto più curato nella veste grafica e posso tranquillamente stamparlo, correggere eventuali domande aperte rimaste in sospeso e poi consegnarlo allo studente.

Si possono scrivere facilmente delle formule equazioni ecc. ? Si possono scrivere frazioni ed esponenti?

Si, è possibile attivare un editor di testo con apici e pedici e un ulteriore editor per inserire formule

Cliccando sull’ultima icona a destra, si apre questo pannello che permette di inserire le formule in maniera molto semplice.

Anche nelle risposte gli studenti posssono facilmente con la tastiera del pc inserire formule ed esponenti matematici?

No, gli studenti possono scrivere solo testo semplice, non formattato.

Si possono importare domande? Se si qual è il formato del file?

Si, si possono importare domande in svariati formati.

Non c’è la possibilità di “correggere” le risposte aperte e attribuire il punteggio manualmente?

No, quello che faccio io è stamparmi gli svolgimenti (o esportarli in pdf e modificarli con un editor di pdf) e procedere con la correzione delle domande aperte e con una revisione delle domande chiuse ad inserimento alla ricerca di eventuali risposte segnate “non corrette” dal sistema ma che io potrei reputare corrette (es. errori di digitazione, semplici dimenticanze, ecc).

Differenza tra Questbase e Moduli di Google?

Questbase è molto più potente per quanto riguarda la possibilità di creare questionari uno diverso dall’altro e ben bilanciati, Moduli è molto rigido, puoi creare un solo questionario, uguale per tutti, se non facendo ricorso a stratagemmi che però rendono la creazine del modulo estremamente complicata.

Moduli, al contrario, permette una correzione molto facile e di vedere a colpo d’occhio le domande su cui i ragazzi hanno ottenuto risultati peggiori.

Questbase è molto più flessibile, con decine e decine di opzioni attivabili all’occorrenza e che permettono di controllare con estrema precisione ogni singolo aspetto del quiz.

Le possibilità di condivisione e visualizzazione sono molto simili.

Esiste una statistica riassuntiva che mi indichi per ciascun allievo il numero e la percentuale di risposte corrette?

Si.

3 commenti

  1. QuestBase è bellissimo.
    Però spesso il server non funziona.
    Questo è un problema notevole per un prodotto fornito a pagamento

    1. Hai ragione. Credo che il problema sia legato al lanci della nuova versione di Questbase (esatto, sta per uscire Questbase 2.0)!
      Settimana prossima (settimana del 14/12/20) i server saranno bloccati per alcuni giorni per manutenzione: credo che stiano prendendo in carico il problema.
      A presto!

  2. Avete già provato la versione nuova di Questbase? Avendo programmato delle verifiche in questa settimana di interruzione del servizio della versione vecchia sono passato alla nuova versione come indicato ma non riesco a far funzionare le cose. Non riesco ad ottenere gli svolgimenti corretti e non riesco ad avere l’estrazione in excel come si faceva con la vecchia versione. In pratica è come somministrare un questionario cartaceo a parte il risparmio di carta. Spero che qualcuno sia riuscito ad utilizzarlo e mi possa dare dei consigli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *